mercoledì 3 novembre 2010

Tiriamo le somme: ottobre

Il mese è stato decisamente positivo: fatte 100 le vendite nell'ottobre 2009, quelle realizzate in libreria nell'ultimo mese arrivano a 114.
Ma questo indice non esaurisce le considerazioni. Infatti, i dati del mese di ottobre 2009 sono stati influenzati della vendita "in blocco" di un singolo titolo, presso una singola libreria: il 29 ottobre dello scorso anno la Libreria dei ragazzi di Milano ha venduto la bellezza di 158 copie de Il ragazzo è impegnato a crescere.  
Per quanto lo statistico che è in noi non ami queste anomalie, di giornate così, l'editore che è in noi ne vorrebbe almeno una a settimana.
Le vendite del mese appena trascorso, invece, non hanno fatto registrare singoli eventi straordinari, ma un flusso relativamente costante, con un picco di 55 libri venduti complessivamente nelle librerie del campione di rilevazione nella giornata dell'11 ottobre e vendite sostenute negli ultimi quattro giorni del mese.

Che cosa hanno venduto le librerie in ottobre?
1) Gli uccelli  [100]
2) Troppo tardi [48]

e un anno fa?
3) Quando sono nato [26]
5) L'ora blu [23]


Quali librerie hanno venduto di più in ottobre?
1) La libreria dei ragazzi – Milano [100]
2) Castello di carta – Vignola (Mo) [71]
3) Giannino Stoppani – Bologna [62]
4) Centro Biblioteche Lovat – Treviso [60]
5) Pel di carota – Padova [36]

e un anno fa?
1) La libreria dei ragazzi – Milano [100]
2) Giannino Stoppani – Bologna  [25]
3) Tuttestorie – Cagliari [21]
4) Castello di carta – Vignola (Mo) [15]
5) Internet bookshop – www [13]

Segnaliamo a margine che entra in classifica la neonata libreria Pel di carota di Padova. Evidentemente Davide Tolin ci sa fare e di librerie specializzate si sente un gran bisogno.
Il numero fra parentesi è un numero indice che segnala la proporzione di vendite rispetto al valore più elevato rilevato, convenzionalmente fissato in 100.

2 commenti:

p* ha detto...

complimenti david! e a tutti gli altri da pel di carota!

rose ha detto...

A proposito di trasparenza...! :-) Bella questa iniziativa di pubblicare un resoconto delle vendite e delle librerie che si sono impegnate maggiormente. Coinvolge i venditori, ma soprattutto i lettori, che sentono di avere una parte nel lavoro che state facendo. r