lunedì 7 maggio 2012

Perché comprare un libro dei Topi?

Da qualche tempo abbiamo cominciato a collaborare con le librerie indipendenti Arion, una realtà molto conosciuta a Roma. Per capire l'impostazione e la filosofia che le sorregge, è interessante dare un'occhiata al loro sito.
La prima iniziativa pensata con loro, si svolgerà proprio oggi, nella bella libreria Arion di Palazzo delle Esposizioni. Riguarda due romanzi della nostra collana Anni in tasca, verso la quale i librai di Arion hanno manifestato curiosità e interesse. Così, le nostre due autrici Luisa Mattia e Anna Pavignano, con grande disponibilità, si sono prestate a questo incontro inaugurale, insieme a Giorgio Arlorio, che condurrà la serata di chiacchiere e letture (e risate, credo, dato il senso dell'umorismo di cui queste scrittrici sono decisamente dotate).


Qualche tempo fa i librai di Arion hanno deciso di "adottarci" (cosa di cui siamo molto felici), come fanno e hanno fatto con altre case editrici che ritengono interessanti: adozione che consiste nel far conoscere alla loro clientela il catalogo, il lavoro e le idee dell'editore prescelto. Per questo hanno redatto in collaborazione con noi, alcune schede che raccontano chi siamo e cosa facciamo. Ve ne proponiamo una che, a disposizione dei lettori in libreria, suggerisce cinque buone ragioni per per acquistare un libro dei Topipittori.
E se siete a Roma, mi raccomando: non perdetevi Anna e Luisa!



2 commenti:

La solita mamma ha detto...

Appare "melenso" dire da parte di una mamma che noi compriamo i libri dei Topi perché sono "troppo belli"? Siamo in piena passione per "Troppo tardi" che è un libro "troppo speciale" e che noi prima o poi -rovineremo- aggiungendo a mano una frase di chiusura (non me ne voglia l'autrice!): è un libro "troppo unico".

Topipittori ha detto...

Molte grazie, Solita Mamma. L'autrice non si dispiace affatto, dell'aggiunta. Anzi è contenta come una pasqua.