lunedì 10 ottobre 2011

Per fare un libro ci vuole il legno


[di Valentina Colombo]

Sapete già che i Topipittori possiedono una collezione di libri rari, d’antiquariato e da collezione. Per cui capirete quanto ogni tanto sia difficile per me non infilare il naso negli scaffali e curiosare come uno scoiattolo in cerca di preziosità nascoste. E in genere più si tratta di libri piccoli più la mia curiosità tintinna e le mie mani fanno fatica a contenere l'impulso di afferrare il nuovo tesoro.

Così, anche questa volta, nelle mie peregrinazioni tra le mensole dell’ufficio (che ormai ha per me la sacralità di un museo, davvero), mi sono imbattuta in questa piccola gemma firmata da Antonio Frasconi, edita dalla Harcourt, Brace & World, Inc. di New York, stampata in Giappone e realizzata per la XXXIV Biennale di Venezia, quella del 1968. Motivo: Frasconi è l’artista che rappresenta la Repubblica dell’Uruguay alla manifestazione di quell'anno, e gli è stato quindi chiesto di preparare questo libro. Di Frasconi abbiamo già dato notizie biografiche qui, quindi sarete preparatissimi sulla sua vita e le sue opere. Se non lo siete, malissimo!


Il cofanetto con il titolo Kaleidoscope in woodcuts è già in sè un oggetto bellissimo, ma l’opera che vi è custodita è pura poesia.


Davanti ai miei occhi si dispiega un mondo fatto di volti, monumenti, colori, forme e simboli e personali rielaborazioni di famose opere d’arte. Sembra di camminare un po' nella storia e un po' nel mondo, dalla Spagna all'Italia, da Mondrian a Dante.



Le xilografie hanno un che di magico e antico per me. Percepisci la mano di chi le ha fatte in ogni taglio e incisione che ha realizzato sul legno, ma allo stesso tempo assumono una graficità e una chiarezza universali che le rendono affascinanti, come fossero antichi segni di un passato, però, recente.


Forse è anche merito del formato a fisarmonica, ma mi sento come se stessi compiendo un viaggio per immagini, proprio con la stessa meraviglia con cui da piccola guardavo il caleidoscopio. Sta di fatto che da quando ho avuto in mano questo libro non ho potuto smettere di osservarlo, aprirlo, rimetterlo nel suo astuccio, poi di nuovo srotolarlo e guardarlo di nuovo, e pensare, e vedere, e immaginare.

5 commenti:

MammaMoglieDonna ha detto...

Bellissimo! Che perle rare...

Francesca ha detto...

veramente stupendo...

simoff ha detto...

come non invidiare un pochino-ma con affetto eh!- questo prezioso libro e la collezione di libri speciali? Ogni libro è speciale per qualche motivo...ma questo certo sollecita tantissimo la fantasia e ...la curiosità sugli autori ... grazie di aver condiviso

Laura@popdesign ha detto...

Che bello, ne voglio uno anch'io!

Topipittori ha detto...

@ Laura@popdesign: buongiorno Laura, in questo momento ce n'è più d'uno in offerta su eBay. La copia migliore mi sembra quella inglese. Fissa il tu prezzo e sta a guardare.