Visualizzazione post con etichetta Paolo Canton. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Paolo Canton. Mostra tutti i post

lunedì 7 novembre 2011

Vive la France!

Qualche giorno fa, a Roma, a Palazzo Farnese, S.E. Jean-Marc de La Sablière, Ambasciatore di Francia in Italia, ha insignito un Topo del titolo di cavaliere nell’Ordine delle Arti e delle Lettere, per decreto del Ministro della Cultura, Frédéric Mitterrand.
Beh, cosa dire? Che siamo fierissimi e felici di questo riconoscimento che non ci aspettavamo. Abbiamo festeggiato, naturalmente, con le persone, amici e famigliari, che sono stati con noi in questa occasione. È stato un momento molto emozionante, che oggi condividiamo con voi, riportandovi il discorso pronunciato dall'Ambasciatore durante la cerimonia di consegna dell’onorificenza, nella meravigliosa Sala d’Ercole.


La littérature pour enfants est l’une des passions que la France et l’Italie ont en partage. Que l’on songe aux textes désormais classiques, le Pinocchio de Collodi côté italien, ou bien Le Petit Prince, côté français, ou bien que l’on songe aux productions les plus récentes et à la créativité des illustrateurs de deux pays, la littérature pour la jeunesse fait aujourd’hui figure de force motrice du monde éditorial en France comme en Italie. Cela, Paolo Canton, vous l’avez bien compris en créant en 2004, en compagnie de Giovanna Zoboli, la maison d’édition Topipittori, qui publie régulièrement auteurs et illustrateurs italiens et français: je pourrais citer par exemple Bernard Friot, Guillaume Guéraud ou encore Perrine Ledan. Topipittori s’est positionnée comme une maison résolument au coeur de la créativité contemporaine, attentive au renoveau de l’illustration, mais aussi du récits, avec toujours pour objectif de contribuer à l’education émotionelle, intellectuelle et esthetique de ses jeunes lecteurs.
Auparavant, vous aviez suivi une carrière tout entière consacrée à l’édition, passant par les différents métiers de la chaîne du livre, depuis les tâches les plus modestes, quand vous étiez étudiant, jusqu’aux métiers de la production, du marketing, des ventes, de la communication. Des vos études initiales d’économie à l’université Bocconi, à Milan, vous avez gardé un intérêt pur les manuels de théorie économique que vous dirigez, ou bien traduisez. Vous êtes également auteur et traducteur de livres pour enfant. C’est au nom du compagnonnage avec l’un des secteurs florissant de l’édition française, au nom de ces aucteurs et illustrateurs français, de cette créativité contemporaine française que vous contribuez – et contribuerez! - à faire découvrir aux Italiens que j’ai le plaisir de vous remettre aujourd’hui les insignes de chevalier des Arts et des Lettres. 



Altre fotografie della cerimonia e di Palazzo Farnese le trovate qui.

venerdì 1 aprile 2011

Grazie






















Com'è andata questa fiera?
Bene, grazie.
O meglio: splendidamente, grazie.
Grazie a chi?
Grazie a voi. Che ci seguite e che ci siete venuti a trovare.
Librai. Insegnanti. Bibliotecari. Illustratori. Scrittori. Appassionati di libri per ragazzi. Amici. Ed editori. Grazie, anche e soprattutto, a questi: gli editori stranieri che da tempo ci seguono e premiano il nostro lavoro, pubblicando i nostri libri all'estero. Sono sempre di più.
Grazie a tutti i nostri autori che ci hanno dedicato il loro tempo e le loro energie, e in particolare: Ana Ventura, Camilla Engman, Giulia Sagramola, Simone Rea, Antonio Marinoni.
Grazie a Diletta. Grazie a Valentina. Hanno energie prodigiose, che spendono senza risparmiarsi, con una generosità non prevista dagli accordi contrattuali. E, insieme, fanno, letteralmente, miracoli.
Grazie ai nostri compagni di stand: i meravigliosi abitanti di Planeta Tangerina, e gli adorabili Paola e Luca Notari, from Ginevra. Sono la prova che fra editori si può andare davvero molto d'accordo, e condividere valori importanti, oltre che spazi.
Grazie anche ai giornalisti: a tutti quelli che sono passati. E un grazie particolare alle due giornaliste che ci hanno dedicato due interviste uscite ad apertura di fiera.
Simonetta Fiori, su “la Repubblica” firma l'articolo centrale della pagina della cultura: Il made in Italy delle favole. Da Stilton a Piumini il mondo compra le nostre storie. Per la prima volta i titoli venduti all'estero sono più di quelli acquistati: ecco i segreti dell'industria della fantasia. Ad apertura di articolo, sul tema la giornalista intervista Paolo Canton, e scrive: “Fra i nostri marchi di maggior prestigio internazionale figura Topipittori, officina all'avanguardia nella progettazione di picture book per ragazzi.”
Grazie.
“Settantasei artisti di tutto il mondo nella grande Mostra degli Illustratori, scelti da una giuria di esperti. Ce ne parla Paolo Canton.” Così apre, su “l'Unità”, l'articolo Le figure. Quando la storia si scrive col colore, di Silvia Santirosi che dedica al tema un'ampia intervista a proposito del lavoro della giuria di cui Paolo è stato membro, e che ha selezionato i lavori per la Mostra degli Illustratori della Fiera del libro per ragazzi.
Grazie.
Un editore fa e può fare il suo lavoro solo all'interno di una rete funzionante e vitale di relazioni.
Grazie di costruire questa rete con noi. Del calore che ci restituiscono la vostra attenzione, il vostro interesse, la vostra fiducia, la vostra passione e il vostro entusiasmo.

Paolo Canton e Giovanna Zoboli

p.s.
E un grazie anche a Mauro Mongarli che ci ha scattato, in incognito, le due foto che ci immortalano.